La scoperta dell’America

Ci siamo! Gli americani hanno fatto la scoperta più sensazionale di questo terzo millennio: i gas serra fanno male alla salute! Ed io che respiravo a pieni polmoni tutto quanto loro e il mondo industrializzato mi regalava. Ricordo mio padre che indicandomi una ciminiera, fiero mi diceva – Oggi l’industrializzazione ha portato progresso e civiltà!- ed io gnocco che sorridevo come un cretino e prendevo per il culo i contadini che al massimo conoscevano i comignoli del camino. Aprivo le finestre al mattino e respiravo la nebbia  ma poi mi chiedevo perché la nebbia era presente tutto l’anno, per tutto il giorno meno che a luglio ed agosto. Mia moglie per anni mi ha chiesto un viaggio romantico ai tropici, ora posso regalarle il clima tropicale  grazie ai gas serra che sono stati ignorati da americani, giapponesi ed europei. Se mi dice bene le regalo anche un viaggio nel  deserto del Sahara, basta andare nel sud della Sicilia tra qualche anno. Ora capisco perché il sole non è più quello di trent’anni fa, quello che mangio non ha lo stesso sapore di trent’anni fa! Io credevo che fosse colpa degli anni che passavano. Vi ricordate Fred Bongusto quando cantava “spaghetti pollo e insalatina e una tazzina di caffè a Detroit”?  Fred mio, ma che cavolo hai ingurgitato a Detroit? Una delle città più inquinate del mondo. Un vantaggio c’è e riguarda i ghiacciai dei due poli, si sciolgono ed ecco allora che tragedie come quella del Titanic non ci saranno più. Con un po’ di pazienza, chi non potrà andare al mare perché i soldi non ci sono, dovrà solo aspettare che il mare gli arrivi davanti alla porta di casa. Gli ambientalisti lo vanno dicendo da decenni che il mondo sta morendo soffocato, asfissiato, affumicato. Ma non è solo l’aria ad essere inquinata. Vogliamo parlare del mare? Ho un amico che ogni settimana va con tre o quattro taniche da venti litri le riempie di acqua di mare e con calma la raffina per farne benzina, un pieno o quasi ma lui ha una macchina a basso consumo ed è pure “ecologica”. Certo, sa di salmastro, ma… dice che il gas che esce dallo scappamento fa bene i bambini che hanno bisogno di aria di mare. Con tutto il petrolio che esce dalle navi oggi, quando vai a comprare il pesce non lo paghi a peso ma a “barile” e in dollari. Il prezzo di un merluzzo varia a seconda della compagnia (Shell, BP, Esso, Q8 ecc.).  Mia moglie vedendo il mare di un bel verde tirò un sospiro di sollievo pensando che finalmente era stato ripulito. Mi ci volle un po’ di tempo per farle capire che non era mare ma benzina verde, quella agricola. Così invece di affittare un pattino, affittò un trattore.

Claudio Pompi

Annunci

Inquinamento

Gli ingegneri della Ford, pur essendo consapevoli che i motori delle auto producono gas di scarico, ritengono che tali esalazioni si dissolvano così rapidamente nell’atmosfera da non creare problemi di inquinamento.

Dan Chabek (portavoce della Ford, 1912)

Privatizzazioni o privazioni? (I)

Vogliono privatizzare anche l’acqua, un bene di prima necessità, anzi,  il primo bene dell’umanità. La prima cosa che cercano gli scienziati nell’esplorazione dei pianeti è la presenza di acqua, senza la quale non è possibile nessun tipo di vita. Con un DDL nasceranno società (onorate?) che per quella anomala legge della concorrenza ritoccheranno i prezzi al rialzo e non al ribasso. Arriveranno a farci pagare anche l’acqua di cui siamo fatti per circa il 75% . Presto pagheremo anche la bolletta sull’aria con la scusa che la depurano. Chiaramente ad Aosta la bolletta sarà più alta perché l’aria è più salubre. Intanto paghiamo l’acqua che arriva ai rubinetti di molte case italiane. Nessuno si è sognato di proporre la ristrutturazione delle migliaia di chilometri di tubature che “fanno acqua da tutte le parti” con sprechi allucinanti. Il brutto è che dobbiamo pagare, con la salute, anche l’inquinamento delle falde acquifere dovuto alla presenza di discariche abusive nelle vicinanze. Insomma facciamo acqua dappertutto, anche nelle altre privatizzazioni …..

Claudio Pompi