L’ojo santo

Córi!  Córi! Chiama er prete! sta’ vecchia more
Cià novantanni e già nun se move

Corse er prete pe’ daje l’ojo santo
e la vecchia chiese: Padre, che ce ne vò tanto?….

No! quanto pe avè er pentimento!
E indove hai peccato te lo metto;

Sulla fronte per male c’hai pensato
e su li piedi, pe li passi c’hai sbajato!

Disse la vecchia: Padre si vòi sarvà l’anima mia!
da’ retta a me! méttelo tutto a mezza via

Marcello Plavier

in ricordo di Marcello Partini

Annunci

Una santa donna

È stata, sempre ,
molto religiosa ,
da giovane era,
finanche ,catechista
Una dedita al vangelo,
e alle preghiere

Ora…
i miei ricordi
spaziano lontano …

…di quando un dì ,
frequentando la parrocchia
sbagliando porta…
entrai in sacrestia

La scena che rivedo,
come in una nebbia,
e quella che, ancor oggi ,
mi lascia qualche dubbio…

…del perché, di Essa….
che corse di filato, in oratorio,
ed a gran voce, precisò …
che si, era in ginocchio davanti al prelato…
ma , intenta unicamente
a ricucire l’asola sfilacciata
dell’abito talare …al buon curato

Ciro Germano