L’ombrellaio abbronzato

 

Nobel inventò la dinamite ma poi si inventò il Premio Nobel che, dato a Barck Obama per la pace “a venire”, riporta il vecchio Nobel alle sue origini …esplosive.  Obama, fresco premiato, va in giro per l’Oriente, e a Seul santifica il premio ricevuto con delle dichiarazioni degne appunto di un Nobel. Il paladino della pace dice alla Corea del Nord che se loro hanno la bomba atomica anche la Corea del Sud  può contare sulla bomba atomica come deterrente per la pace nella regione. La pace fondata sull’equilibrio del numero di ordigni nucleari! Anche per l’Iran ha avuto parole di conforto e pacifiste…”Se non la smettono di rompere, convoco gli alleati per decidere sulle conseguenze dell’ostinazione iraniana”. In parole povere: occhio che un altro Iraq non ci spaventa. Gli alleati si sono dati una grattata e già studiano piani strategici. Per una invasione in nome della pace? Ma no! Piani strategici per svicolare dall’appuntamento del tipo…”Cavolo! Stasera ho un impegno urgente al quale non posso mancare!”. L’abbronzato pacificatore va in giro come un rappresentante di commercio e dentro la valigetta del campionario ha un catalogo di “ombrelli nucleari” per ogni esigenza. Ma non aveva altre idee prima di insediarsi alla Casa Bianca?

Einstein disse “Non so come sarà la terza guerra mondiale ma so come sarà combattuta la quarta: con pietre e bastoni”  Si  dimenticò di metterci anche gli “ombrelli”…

Claudio Pompi

Annunci

2 commenti

  1. tinti said,

    novembre 22, 2009 a 4:17 pm

    Mi ha fatto sorridere la battuta di Gramellini su Obama;Guantanamo ancora lì,la Cina senza regole per il clima,studenti finti (non se ne sarà accorto?),sanità forse….ma sarà nero?
    Grazie Claudio.Tinti

  2. sandro sermenghi said,

    novembre 29, 2009 a 5:06 am

    NOVEMBRE 1993 A BOLOGNA:

    CHANSON DU PALADIN

    La storia odierna ai piedi del bel monte
    non porta amor ma oscuro roncisvalle
    sbarcato a impoverir la nostra vita:

    cala a Bologna il cavalier caronte
    in un supermercato della valle
    rendendo molta gente sbigottita:

    ha un fuoco che lo invita!

    Poi l’uomo ridens che tutti assecura
    dà fiato all’olifante, fa la scena,
    e il popolo ne ha pena

    perch’ei propone vecchia un’avventura:
    “se c’è bisogno scendo in campo aperto,
    coloro che lavoran ne hanno il merto!”

    Ma bravo il salvavita,
    creator di teledipendenti vieto
    che dopo aver sfruttato il caf la mente
    rivolgi via repente
    cercando nuova sponda a farti lieto:
    nere così saran le tue lenzuola
    ed il borsetto per andare a scuola!

    Sandro Sermenghi – BO 29.11.09


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: